Il Lamento del Ciuchino Lucignolo

Donkey skin by ~cathydelanssay on deviantArt

Signore che crudel con me sei stato,
hai reso Pinocchio una stella.
hai chiuso me in una stalla,
quattro zampe alate gli hai dato.

Lui adesso si gode la fama,
io son buono soltanto alla soma
questo è quanto hai reso al povero Lucignòlo!
gli hai dato meno valore che a un fagiolo.
E pur di impegno ne ho profuso e ben lo sai,
ma tu sei sleale ed ingiusto più che mai.

Lui che adesso si gode la dama,
io, col mio cuore che solo lei brama.

Davanti a te tutti gli uomini sono uguali,
non fa lo stesso per ciuchini, capre e maiali?
dimmi allora da che parte stai, Signore,
di chi non ti cura o di chi ti adora tutte le ore?
lui che salta nel fuoco e non trema,
io patisco i frutti della tua trama.

Ad ogni balzo Fiordespina di carezze lo lusinga.
No, non fu per me la sua pelle bianca di meringa.
Perché tu sei sleale ed ingiusto più che mai,
e da oggi in poi, giuro, mio nemico tu sarai!
e a te, regina delle acrobate, che mi ignori,
troppo lontano battono i nostri cuori.
Oh, Principessa del circo, tu m’offendi,
ma il mio amore meno forte tu non rendi.
Vorrei poterti dire che,
non dormo più pensando a te.

Ma per ogni parola o desio,
mi riesce sempre il solito <<I-O! I-O!>>
chissà se un giorno di me t’accorgerai,
e mi vorrai,
per te soltanto.
Solo per questo ho pianto.
E pur so già,
che un sogno resterà,
che mai si avvererà.

Estratto da : “L’anima buona di Lucignolo”, di Claudio B. Lauri.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...