Teseo e Arianna

Theseus and Ariadne. Scultura di Adamo Tadolini, 1788-1868. Pinacoteca Nazionale, Bologna

Il labirinto della vita 
non angoscia Teseo,
porta con sé quel filo
che lo ricongiungerà sempre 
alla sua amata Arianna,
la fine non è quella
che voi tutti conoscete :

mai lascerò
che lei si addormenti
e le pantere di Dioniso affronterò
anche oltre
il mio ultimo respiro.

Favola

Spirit Guide (Cloud Rabbit) by SethFitts on deviantArt

Ecco la barca che si stacca dalla riva
e, dopo tanto vuoto,
un vento metterebbe le ali
anche ai conigli
che guizzano nell’erba.
Ti vidi sotto alberi incantati,
fu l’unica volta.

Ciro Tremolaterra – Piccole Salvezze.

Perplessa

in second amploa by *MartaSyrko on deviantArt

Perplessa seduta è la figliol
a fissar qualcosa che non sa 
le pupille le brillan come il sol
a qualcun forse penserà

Come folgore corre il pensier
a trapassar monti valli e oceani
chiusi in mente come forzier
a rammentar dei sogni vani

Sola a fissar quel soffio di vento
nel modo in cui tien fermo il mento
ed a rumori e a voci non vien sgomento

Dillo a me piccin soave
o per saperlo devo dirti un ave
e il cuor così potresti liberare.

Vincenzo Di Martino.

Veneziane e poesia, la tua vita e il suo senso.
Grazie Signor Enzino.

Il Lamento del Ciuchino Lucignolo

Donkey skin by ~cathydelanssay on deviantArt

Signore che crudel con me sei stato,
hai reso Pinocchio una stella.
hai chiuso me in una stalla,
quattro zampe alate gli hai dato.

Lui adesso si gode la fama,
io son buono soltanto alla soma
questo è quanto hai reso al povero Lucignòlo!
gli hai dato meno valore che a un fagiolo.
E pur di impegno ne ho profuso e ben lo sai,
ma tu sei sleale ed ingiusto più che mai.

Lui che adesso si gode la dama,
io, col mio cuore che solo lei brama.

Davanti a te tutti gli uomini sono uguali,
non fa lo stesso per ciuchini, capre e maiali?
dimmi allora da che parte stai, Signore,
di chi non ti cura o di chi ti adora tutte le ore?
lui che salta nel fuoco e non trema,
io patisco i frutti della tua trama.

Ad ogni balzo Fiordespina di carezze lo lusinga.
No, non fu per me la sua pelle bianca di meringa.
Perché tu sei sleale ed ingiusto più che mai,
e da oggi in poi, giuro, mio nemico tu sarai!
e a te, regina delle acrobate, che mi ignori,
troppo lontano battono i nostri cuori.
Oh, Principessa del circo, tu m’offendi,
ma il mio amore meno forte tu non rendi.
Vorrei poterti dire che,
non dormo più pensando a te.

Ma per ogni parola o desio,
mi riesce sempre il solito <<I-O! I-O!>>
chissà se un giorno di me t’accorgerai,
e mi vorrai,
per te soltanto.
Solo per questo ho pianto.
E pur so già,
che un sogno resterà,
che mai si avvererà.

Estratto da : “L’anima buona di Lucignolo”, di Claudio B. Lauri.

La dolce equilibrista

Think About it First – Final by ~myreitha on deviantArt

La dolce equilibrista
cresce sul filo della vita,
mentre l’asso dalla manica cadrà,
lei rimarrà stabile.
I suoi occhi rassicurano,
  conoscono la risposta
e troveranno l’equilibrio.
La rete è lì sotto
sorride e osserva

pronta a sorreggerla nella caduta;
rimbalzerà
e tornerà a sbocciare 
sul filo della vita.

The Road Not Taken

Divergevano due strade in un bosco ingiallito
e spiacente di non poterle fare
 entrambe
essendo un unico viaggiatore, a lungo mi fermai

e scrutai una di esse finché potevo 
là dove in mezzo agli arbusti svoltava.

Poi presi l’altra, così com’era,
che aveva forse i titoli migliori,
perché era erbosa e non portava segni;
benché, in fondo, il passar della gente
le avesse invero segnate più o meno lo stesso,

Perché nessuna in quella mattina mostrava
sui fili d’erba l’impronta nera d’un passo.
Oh, quell’altra lasciavo a un altro giorno!
Pur, sapendo bene che strada porta a strada,
dubitavo se mai sarei tornato.

lo dovrò dire questo con un sospiro
in qualche posto fra molto molto tempo:
Divergevano due strade in un bosco, ed io…
io presi la meno battuta,
e di qui tutta la differenza è venuta.

Robert L. Frost

Si ringrazia theradblog – Jon Rawlinson –