Fermo, ma in movimento

Message in a bottle by heuresperdues on deviantArt

“Sono qui, ho deciso di attendere un’ altra settimana. Qui, fermo, ma in movimento; proprio come me lo spiegavano quando ero tra i banchi di scuola. Inserisco, sconsolato, i miei messaggi nelle bottiglie vuote. Batti ancora contro il mio volere, eppure sei vuoto. Con quel poco di forza che mi rimane chiudo usando un tappo di sughero, che è immagine riflessa di me stesso, e la affido al mare della tecnologia. Di nascosto li guardo, incantato. Scendono sulle sue guance baci ovattati, e dal loro suono nascono sospiri e sorrisi. Si lasciano spiare, ma io ho paura e fisso i miei piedi piatti, calmi. E se pure il mare è calmo, piatto, c’è un’ onda che effettua la sua consegna. Sulla spiaggia del destinatario, montagna di tristezza imbottigliata.”

Annunci

Quale allegria


“Quale allegria
se ti ho cercato per una vita senza trovarti
senza nemmeno avere la soddisfazione di averti
per vederti andare via
quale allegria,
se non riesco neanche più a immaginarti
senza sapere se strisciare se volare
insomma, non so più dove cercarti”

Lucio Dalla – Quale allegria, dall’album “Come è profondo il mare”.